fbpx

La fionda lancia machete

Il Fantasy ci ha abituato alle armi retard, scomodissime da usare, sbilanciate, pesanti, con guardie inutili e possibilmente pericolose più per chi le impugna che per i nemici. Tant’è che ormai nei negozi di repliche, come anche in Second Life (grazie Angra per la segnalazione), c’è la netta distinzione tra armi medioevali, dall’aspetto più normale possibile, e armi Fantasy ovvero così retard da essere peggio che inutili. E imbarazzanti da guardare.

Però il pessimo Fantasy moderno, come sempre, conferma la sua fama di essere privo di fantasia. Il mondo reale quando si impegna può regalare armi retard molto più fantasiose e interessanti. Ecco a voi la “fionda lancia machete” di Jörg Sprave.

A new challenge arose from the clouds of the youtube community: Can you shoot a machete with a slingshot?

Now a machete is a very heavy weapon, and strong rubber plus a very long draw was called for. This had to be a slingshot crossbow because the rubber had to be so strong that you can not draw it out with one hand. Also the danger of hitting your hand had to be considered.

The result is actually pretty impressive: The weapon sent the machete all the way up to the hilt into six layers of very thick cardboard. Try to do that by throwing a machete! No way.

The video also shows two very conventional slingshots, both handmade by Jörg Sprave.

Fonte: The Firearm Blog

A proposito di energumeni con strani hobby, sento che Zwei sta già pensando di fabbricarne una che scaglia spadoni a due mani afferrandoli per i denti di arresto. ^_^

 

30 comments

Skip to comment form

    • Sarevok on 1 Aprile 2011 at 13:25

    dunque, guardo la data accanto all’orologio e penso:

    “pesce d’aprile?”

    • ??? on 1 Aprile 2011 at 13:52

    Ricorda solo a me i fucili idioti dei nemici di Kenshiro?

    http://1.bp.blogspot.com/-Ee6xpIwGeG8/TW0hqoN__mI/AAAAAAAAACg/NpWCFtn1Bzs/s1600/fucili%2Bspara%2Bcoltelli.JPG

    Rispetto!

    @Duca
    Per quanto riguarda il concorso: gli autori dei racconti su cui lavorerai li hai giá contattati o lo farai con l´articolo?

    Lo chiedo per sapere se devo mettermi in un angolo a tagliuzzarmi come un emo…

  1. Lo faccio dopo l’articolo.

    • Flaza on 1 Aprile 2011 at 15:25

    Arma inquietante e pericolosa più per l’utilizzatore che per il possibile bersaglio.
    Quello in primo piano a 2.12 sul “meccanismo di sgancio” e “sull’impugnatura” è il sangue dell’ameno inventore??
    PS: Vostra Eccellenza Duca, perdoni l’orrida terminologia tecnica, degna di fustigazione ;)

  2. Quello in primo piano a 2.12 sul “meccanismo di sgancio” e “sull’impugnatura” è il sangue dell’ameno inventore??

    Se scemi si vuole apparire,
    un pochino si deve soffrire.

    ^_^

    • Dagored on 1 Aprile 2011 at 17:47

    Ne compro dieci.

    • Okamis on 1 Aprile 2011 at 19:31

    E io che mi aspettavo una fionda in grado di lanciare QUESTO Machete ;)

    (immagine volutamente in alta risoluzione cosicché le signorine possano apprezzare ogni ruga di Mr. Trejo ^_^)

  3. Che delikatesse.
    Andrà ad aggiungersi alla mia piccola collezione di armi casalinghe utili in caso di guerra civile, assieme al napalm homemade, allo sparacocchi e ai Cobra farciti di chiodi e cocci di vetro *_*

    • Padre Maronno on 1 Aprile 2011 at 20:15

    Un evidente plagio del Lancia Gatti a Ripetizione.

    Però devo ammetterlo, vorrei averci pensato io. xD

    Guardate cosa può fare la fantasia se applicata alla fisica. ^^

    • polveredighiaccio on 1 Aprile 2011 at 23:12

    Che bello quando un uomo virile mette alla prova il suo ingegno creativo per qualcosa di utile! ^^
    Duca, pensi che Zwei metterà una foto per documentare ciò che hai anticipato, come fa di solito? :P

  4. Certo. Una foto a petto nudo davanti allo specchio del bagno, scattata col cellulare. Come le ragazzine emo. La bramo.

    • Magdalena on 2 Aprile 2011 at 07:32

    Sono soverchiata dall’awesomeness di quest’arma.
    Okamis, ti ringrazio a nome di tutto il pubblico femminile.

    • Angra on 2 Aprile 2011 at 08:31

    Che belluomo! Vorrei tanto averlo come vicino di casa, così gli farei provare il mio fucile subacqueo spara-pianoforti.

  5. Su facebook ho una meravigliosa replica delle foto “truzzetto stupratore a ritmo minimale”, che mette in evidenza muscoli guizzanti e tratti gorilleschi. Per la fionda sto incontrando qualche problema: i 6.600 gr della zweihander necessiterebbero di un supporto sui 7-8 metri.

  6. Si potrebbe avvolgere lo spadone con un cilindro sabot attorno alla guardia e spararlo da un cannone. Cannone caricato a spadoni: l’arma definitiva!

    • Mauro on 2 Aprile 2011 at 12:53

    Aggiungo alla lista il lancia-motoseghe a razzo e il traingun.

    • DagoRed on 2 Aprile 2011 at 15:41

    Duca, domanda molesta del sabato pomeriggio, proprio in tema balistico: leggevo adesso adesso il secondo tomo della saga di Kirst (a proposito, l’hai poi comprata?).
    Qui c’è un sergente di artiglieria che vedendo in lontananza il nemico controlla le tabelle di tiro e poi ordina di sparare col proprio pezzo.
    Ora, considerato che ho solo una vaga nozione di ciò che sia una tabella di tiro, volevo chiedere: possibile che il buon artigliere prussiano non se la sia imparata a memoria? o la cosa è troppo complicata?

    • il_Fabri on 2 Aprile 2011 at 15:46

    foto di zwei davanti allo specchio, coi peli del petto pettinati da emo. E ovviamente foto fatta di sbilenco, ke e fescion

  7. Ora, considerato che ho solo una vaga nozione di ciò che sia una tabella di tiro, volevo chiedere: possibile che il buon artigliere prussiano non se la sia imparata a memoria? o la cosa è troppo complicata?

    La risposta è autoevidente nella domanda stessa: secondo te si preoccuperebbero di stampare fascicoloni di tavole con i calcoli già fatti se si potessero fare a memoria da soli in tempi accettabili e con la sicura certezza di non sbagliare nemmeno di un millesimo?

    Nella sinossi di balistica interna (librone formato A4) le sole tabelle di conti già fatti (le formule includono radici e logaritmi ecc…) SOLO per alcuni valori delle polveri a combustione costante e polveri degressive sono 50 pagine. E stiamo parlando solo di polveri, non del pacco di variabili che va a formare il sistema con cui conteggi carica in sacchetti da adoperare, elevazione, ogiva, tempo della spoletta ecc…

    Gesù benedica i calcolatori di tiro che automatizzano i conti!

    • DagoRed on 2 Aprile 2011 at 16:45

    Azz. Buono a sapersi, grazie. Ti dirò, a questo punto quasi quasi preferisco la fanteria. Loro devono vedersela solo con le mine, il fango, il filo spinato, le mitragliatrici, ecc ecc. Ma almeno niente logaritmi *__*

    Ma quindi, senza queste tabelle, il nostro sargente sarebbe incapace di mirare a chicchesia? O potrebbe sempre tentare di andare “a naso” (lo so, non è un’espressione granchè tecnica)?

    Ah si, scusa. Dimenticavo di postare giappofregna ^_^

    http://img381.imageshack.us/img381/7995/miyukiyokoyama011xn9.jpg
    http://img184.imageshack.us/img184/9125/reiraamane5hr0.jpg
    http://img378.imageshack.us/img378/9642/natsumi5ij2.jpg

  8. Si può andare a naso ricordandosi tiri precedenti simili e giocando solo sull’elevazione. Il problema è quando si opera davvero con l’artiglieria, che significa far piovere proiettili su nemici a 10-20 metri dai tuoi soldati. Se sbagliare di 100-200 metri di qua o di là non è un problema si può andare a naso: magari invece del mortaio con due addetti a 4 km da te, fuori vista e indicato da un osservatore avanzato via telefono, colpisci una cascina 500 metri a nord-est.

  9. Ah, dimenticavo: ne ho presi tre, edizioni Garzanti del 1964-1968. ^_^ Appena riesco leggo il primo.

    • Diego on 2 Aprile 2011 at 17:03

    magari invece del mortaio con due addetti a 4 km da te, fuori vista e indicato da un osservatore avanzato via telefono, colpisci una cascina 500 metri a nord-est.

    Fichissima idea. Mi viene da scriverci un racconto col POV del contadino…

    • DagoRed on 2 Aprile 2011 at 17:18

    Inteso. Grazie ancora.

    colpisci una cascina 500 metri a nord-est.

    Puoi sempre tirare furi la trollface d’ordinanza e rispondere:
    “Sorry guy, a nigga stoles my tabel”
    (si dice tabel in inglese?)

    Ah, dimenticavo: ne ho presi tre, edizioni Garzanti del 1964-1968. ^_^ Appena riesco leggo il primo.

    Io per ora sto leggendo “La Strana Guerra del Sottufficiale Asch”.
    Molte cosette carine. Tipo il vecchio ammiraglio che si rifiuta di brindare ad Adolf Hitler. Ma mica per questioni politiche.
    Semplicemente -dice lui- un ammiraglio non brinda a un caporale.

    Sti prussiani, finiscono per farti risultare simpatico anche Hitler xD

    • Flaza on 3 Aprile 2011 at 10:21

    Noto evidenti analogie tra il pensiero filosofico di Jörg Sprave con le ricerche epistemologiche di
    Gay Wilkinson .
    Simili geni sono degni di figurare tra pensatori del calibro di Aristotele e Kant (Rispettivamente alla lettera S e alla lettera W).

    • uriele on 4 Aprile 2011 at 01:26

    Nella sinossi di balistica interna (librone formato A4) le sole tabelle di conti già fatti (le formule includono radici e logaritmi ecc…) SOLO per alcuni valori delle polveri a combustione costante e polveri degressive sono 50 pagine.

    Embè? Max Jones si era imparato a memoria tutte le tabelle dei manuali degli Astrogators ed aveva programmato a mente una transizione. Che ci vuole ad impararsi a memoria 50 paginette

    ;)

    • DagoRed on 4 Aprile 2011 at 18:31

    Duca, leggevo su “La Vittoria Finale del tenente Asch” (anche questo molto bello), precisamente a pagina 106:

    Come mai da queste parti, signore delle scartoffie? Non mi consta che il generale disponga di un elicottero.

    Ora, contando che siamo nella primavera del ’45, e che a parlare è un tenente tedesco, si tratta di un errore mostruoso, giusto?

    • uriele on 24 Aprile 2011 at 13:34

    Aggiungo alla lista la migliore balestra da polso di tutti i tempi, quella dello Straniero.

    • pippo on 27 Marzo 2012 at 18:56

    ….Bella!
    ….Potente!
    ….Efficace!
    ….Facilmente occultabile
    ….Stabile
    ….E soprattutto sicura!!!!!!!!!!!!!!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.