«

»

ott 14

Stampa Articolo

I Coniglietti del Venerdì (56)

Gli adorabili coniglietti di oggi sono stati caricati su YouTube dalla proprietaria di Mokyu, la giapponese con una tremenda vocina da loli svampita che si descrive con “ho 31 anni e una voce strana”.
Nel secondo video i conigli cercano di fuggire dalla tazze, ennesima prova della superiore intelligenza della specie: già da piccoli hanno capito che con una simile voce da svitata quella potrebbe pure sbagliarsi e versare l’acqua bollente per fare il tè di coniglietto.

Quello rosso tra 0:08 e 0:11 sembra che stia cercando di volare via.

Guardate i conigli responsabilmente.
Ovvero non più di 24 ore al giorno e non oltre i 7 giorni per settimana.
Anche nel guardare i conigli ci vuole moderazione.

 

Permalink link a questo articolo: http://www.steamfantasy.it/blog/2011/10/14/i-coniglietti-del-venerdi-56/

4 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. Polveredighiaccio

    I coniglietti sono adorabili, ma non approvo il fatto di usarli come giocattoli o di metterli in posa. Poverini! Devono sopportare i mugolii isterici della loro schiava umana ed essere messi in tazza. :(
    Spero si ribellino, e al posto delle zollette di zucchero lasciano ben altro nel tè. :3

  2. Okamis

    Il coniglio rosso non sta cercando di volare. Smuove solo l’aria perché l’altro, nello sforzo di uscire dalla tazza, ha lanciato un peto u_u

  3. DagoRed

    Guardate i conigli responsabilmente.
    Ovvero non più di 24 ore al giorno e non oltre i 7 giorni per settimana.
    Anche nel guardare i conigli ci vuole moderazione.

    Ma è difficile smettere. Sono così carini $__$

  4. DagoRed

    A proposito Duca, ero or ora alle prese con Le avventure di Huckleberry Finn. Sai com’è, è uno di quei libri che devi leggere prima o poi nella vita, se non altro per fare il figo con le tipe (dicono che all’uopo funzionino altrettanto bene le Maserati, ma non ho avuto modo di comprovarlo).

    Ora, io sto libro l’ho sempre sentito apostrofare come la più forte e viva satira dello schiavismo, come la più grande e magnifica apologia dell’abolizionismo e della libertà.
    Ma un par di cazzi a vapore! Il neGro protagonista, Jim, è descritto per 400 pagine come un subumano con capacità intellettive a metà fra uno Scilipoti e un polipo anale.
    Roba che ci fanno più bella figura i negri di Cuore di Tenebra, che almeno san lanciare le frecce e suonare i bonghi.

    Son confuso $__$

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Current day month ye@r *