«

»

Dic 25

Stampa Articolo

È Natale quindi ci sono i Conigli

Oggi c’è un compleanno speciale: un sacco di anni fa, ma tanti-tanti-tanti più di quattro, è nato Babbo Natale, detto Mitra, perché uccideva i tori con raffiche di mitragliatrice. Era un tizio che vestiva tutto di rosso in cambio di un assegno annuale dalla Coca Cola e faceva cose strane col pane in cambio di altri soldi dai panettieri. I fiorai gli rifilarono pure una corona di spine, ma secondo me non fu un gran affare.
Babbo Natale toccava i bambini in posti osceni con la scusa di dar loro dei regali, tradizione portata avanti dai suoi preti fino ad oggi, e per questo (o forse perché molestava i coniglietti) lo hanno crocifisso assieme a due renne, una a destra e una a sinistra, e altre stronzate di questo genere… non sono sicuro dei dettagli e non me ne frega nulla.
Parliamo invece di conigli.

Il 22 gennaio 2012 si concluderà l’anno del Coniglio. Nello specifico questo è stato l’anno del Coniglio di Metallo, mentre nel 1999-2000 fu quello del Coniglio di Terra. La differenza principale è che dodici anni fa i conigli scavavano tunnel nel terreno, minando la stabilità delle città umane e completando la rete di comunicazioni dell’Impero del Sottosuolo (dove il Grande Coniglio giace dormendo), mentre nell’ultimo anno canticchiavano Battle Hymn, Can I Play With Madness? e New World Order. Ovviamente non c’è legame tra le scelte musicali dei conigli e quello che ci accadrà il 21 dicembre 2012. Ovviamente.

Come ovviamente è solo un caso che il coniglio appartenga al QUARTO dei quattro terzetti di segni dello zodiaco cinese. Come è un caso pure che nell’ordine sia proprio il quarto segno su zodici. Solo un caso. Non preoccupatevi. Ricordate solo che quando i conigli torneranno non ci sarà più tempo per pentirsi.
Io vi ho avvertiti, stopidi oomani! Ziiii ih ih ih ih!

Dicembre 2010, servizi sull’arrivo dell’anno del coniglio in Giappone e Corea:

Conigli che affrontano con disapprovazione il Natale:

When bunny got the present, first I saw it was cocaine,
but then it turned out to be crackers!?

Un coniglino batuffolino che ancora non sa disapprovare come i grandi:

I conigli arriveranno. Non ci credete?
Quando sentirete un coniglietto canticchiare “he said you’re blind, too blind to see” forse ci crederete. O probabilmente no. In fondo i conigli non sanno parlare, giusto? Sono solo suoni casuali. Come un orologio trovato sulla spiaggia è solo frutto del moto casuale di acqua e sabbia. E i palazzi delle nostre città sono create dalla lava raffreddata, proprio come la Città Inca su Marte. E pure il cannone orbitale dietro la luna che i conigli hanno costruito nell’ultimo secolo.

Fonti:
http://www.youtube.com/watch?v=RhrLwyk2KTA
http://www.youtube.com/watch?v=3QogYyLbAds
http://www.youtube.com/watch?v=nw8lTI702UA
http://www.youtube.com/watch?v=Wgob89w6xps
http://www.youtube.com/watch?v=u_Jovz7DeXY

 

Dettagli sull'autore

Il Duca di Baionette

Il Duca di Baionette (Marco Carrara) è nato in un secolo, vive in un altro e crede di vivere in un altro ancora. Dal 2006 si occupa in modo costante di narrativa fantastica e tecniche di scrittura. Dal 2008 si occupa di editoria digitale sul suo blog Baionette Librarie, di cui si è autonominato Duca. Nel gennaio 2012 ha avviato AgenziaDuca.it per trovare bravi autori e aiutarli a migliorare con corsi di scrittura mirati. Gli stessi corsi forniti gratuitamente agli autori di Vaporteppa.

Nel gennaio 2013 ha ideato il progetto editoriale divenuto Vaporteppa nell’ottobre successivo, con la decisione di Antonio Tombolini, A.D. di StreetLib, di adottare la collana. Ora è Duca sia di Baionette che di Vaporteppa, un po' come Macbeth che ottiene una seconda baronia all'inizio della sua vicenda.

Adora i conigli, gli scafandri da palombaro, i trattori e le fatine. Talvolta parla di sé in terza persona, come Silvio Berlusconi, i dittatori e i pazzi. Ops, l’ha appena fatto!

Permalink link a questo articolo: http://www.steamfantasy.it/blog/2011/12/25/e-natale-quindi-ci-sono-i-conigli/

10 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. Alberello X

    Quest’anno i coniglietti e gli altri animali (meno intelligenti di loro certo, ma sempre più degli stopidi oomani) hanno ricevuto un regalo molto speciale qui in Sardegna:

    http://www.ansa.it/web/notizie/regioni/sardegna/2011/12/22/visualizza_new.html_17390807.html

    E questo è solo il primo passo. Mi sono candidato come consigliere regionale del WWF (con un nome come alberello il passo era breve), ho intenzione di fare outing e schierarmi apertamente nell’esercito dei conigli. Voi continuate pure a fare i cattivi dei B-Movie vantandovi di mangiarli, fate fate pure. Io e la mia doppietta Bernardelli vi aspettiamo per le feste. ^_^

    Perchè ricordate: Anche i bonsai nel loro piccolo si inalberano.

    Buone feste e gustatevi il cenone… potrebbe essere l’ultimo. :D

  2. Polveredighiaccio

    Auguri Duchino!!! *______________*
    Che il Grande Coniglio ti porti tanti coniglietti/e pucciosi!
    Io mi accontento di un altro gatto (e di Alberello naturalmente). :3

  3. Diego

    Buon Nat’anale Duca. E auguri a tutti i Baionettisti! ^__^

  4. Sparkleshark

    Auguri anche e soprattutto per l’anniversario di nascita di Newton! Non ne fanno più, così.

  5. orridus

    Non capisco se la roba che ti sei fumato oggi sia ottima o pessima. In ogni caso devi condividerla ;)

  6. Federico Russo "Taotor"

    Come è un caso pure che nell’ordine sia proprio il quarto segno su zodici.

    What?

    Oooh, i conigli che canticchiano Battle Hymn!! *_* Spero siano unti di olio, indossino il perizoma di leopardo e brandiscano spade corte!

  7. sam

    Tanti auguri per un Sereno Natale, oh Duca! ^__^

  8. Angra

    E’ vero, oggi è anche il compleanno di Isaac Newton, che ha cambiato la storia del mondo con l’invenzione della gattarola!

    Preferisco festeggiare lui che quel marcione che aveva imparato a fare i giochi di prestigio in Egitto e non si lavava mai.

    Auguri a tutti!

  9. DagoRed

    Come passerà il gran varietà religioso il Duca? ^_^

  10. DagoRed

    Ieri mattina mi sono svegliato con un angioletto e un demonietto sulle spalle.
    L’angioletto aveva un visino di inusitata beltà, candide alucce, lunghi capelli rosa e un’aderentissima tenuta da guidatrice di mecha. Con voce dolce e innocente mi ha esortato a vestirmi, uscire di casa, andare a visitare i parenti, comprare regali, condividere il mio tempo, e magari, già che c’ero, iniziare a leggere qualcosa di bizzarro fiction.
    Il demonietto invece era un panzone in divisa protoprussiana, con un ridicolo scolapasta puntuto in testa e un barbone rosso di oltremodo bolscevica fattura. Con una voce gracchiante che faceva sembrare soave quella della Santanchè che urla contro Floris, il belzebù tascabile ha tentato di traviarmi, esortandomi a incollarmi al pc, reinstallare HOI2, patcharlo per benino, prendere in mano l’Italia faCista ed impiegare le feste aiutando Benito a far tornare l’Impero sui colli fatali.

    Non vi dico a chi ho dato retta alla fine. Sappiate solo che tempo un mesetto e il Generale Graziani entrerà trionfante a Bagdad v.v

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *