«

»

Gen 18

Stampa Articolo

I Coniglietti del Venerdì (122)

Oggi un solo video, però lungo 14 minuti e con vari coniglietti.
È un video importante che merita di essere visto con attenzione: tratta l’installazione, gestione e manutenzione ordinaria del coniglio domestico.
Il video è facilmente comprensibile essendo in lingua giapponese, il linguaggio di un popolo che ama i conigli e quindi il più naturalmente adatto a esprimere concetti che li riguardano. Naturalmente i conigli capiscono benissimo anche la lingua del luogo in cui si trovano, che di solito nei loro manuali d’addestramento è definito per comodità Ruritania e cambia confini in base allo scenario geopolitico del piano d’azione. Tutti i documenti vengono distrutti prima che gli umani possano vederli, ovviamente.

 

Dettagli sull'autore

Il Duca di Baionette

Il Duca di Baionette (Marco Carrara) è nato in un secolo, vive in un altro e crede di vivere in un altro ancora. Dal 2006 si occupa in modo costante di narrativa fantastica e tecniche di scrittura. Dal 2008 si occupa di editoria digitale sul suo blog Baionette Librarie, di cui si è autonominato Duca. Nel gennaio 2012 ha avviato AgenziaDuca.it per trovare bravi autori e aiutarli a migliorare con corsi di scrittura mirati. Gli stessi corsi forniti gratuitamente agli autori di Vaporteppa.

Nel gennaio 2013 ha ideato il progetto editoriale divenuto Vaporteppa nell’ottobre successivo, con la decisione di Antonio Tombolini, A.D. di StreetLib, di adottare la collana. Ora è Duca sia di Baionette che di Vaporteppa, un po' come Macbeth che ottiene una seconda baronia all'inizio della sua vicenda.
Nel gennaio 2017 ha avviato un canale YouTube.

Adora i conigli, gli scafandri da palombaro, i trattori e le fatine. Talvolta parla di sé in terza persona, come Silvio Berlusconi, i dittatori e i pazzi. Ops, l’ha appena fatto!

Permalink link a questo articolo: http://www.steamfantasy.it/blog/2013/01/18/i-coniglietti-del-venerdi-122/

6 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. DagoRed

    http://img692.imageshack.us/img692/8754/immaginevf.png

    …anche corsi di italiano

  2. Alberello

    E pensare che ci sono persone che una volta ottenuto un lavoro non studiano nient’altro.

    Hanno osservato il mercato del futuro, capendo quale tipo di clienti avranno. Hanno deciso di investire in corsi di aggiornamento per i dipendenti per venire meglio in contro ad essi, è bello sapere che le prostitute brasiliane sono più intelligenti di molti dei nostri quadri aziendali.

    Ingranaggi random.

  3. DagoRed

    http://video.repubblica.it/mondo/bulgaria-fallito-attentato-al-leader-partito-minoranza-turca/116731?video=&ref=HRER1-1

    Duca, spieghi n’attimo che razzo a combinato sto minkione? Fesso lui o la pistola? xD

  4. Il Duca di Baionette

    Situazione che puzza.
    Tizio che misteriosamente viene accreditato pur essendo un criminale già noto. Misteriosamente riesce a portare una pistola. Misteriosamente riesce a collocarsi in prima fila. Misteriosamente le guardie non sono collocate in modo proprio da evitare l’accesso al palco. Misteriosamente fa fuoco e l’arma non spara.
    E miracolosamente il tizio sopravvissuto si getta contro l’assaltatore, facendo così la figura dell’eroe / politico con le palle di fronte al mondo.

    Se anche avesse sparato, lui non aveva possibilità di fuga. Era una situazione da “martire”. Tant’è che poi si fa prendere e anche riempire di calci quasi senza reagire, quando in realtà è in una situazione in cui un disperato poteva benissimo tentare una fuga. Aveva ben chiaro che comunque fosse andata non poteva fuggire.

    Possibile, ma siamo nell’ambito del così improbabile da essere miracoloso.
    Tutti quei miracoli, tutta quella disponibilità al martirio e poi… o l’arma non ha sparato per un percussore difettoso/usurato (strano nessuna verifica e prova) o il proiettile (evenienza molto rara se non si comprano cartucce di bassa qualità o se non le si ricaricano manualmente posizionando male l’innesco) non ha sparato seppure percosso correttamente.

    Non ha lanciato una scarpa o portato un cacciavite dentro lo stivale con cui accoltellare il tizio… cioè, se portava un cacciavite l’avrebbe pugnalato con successo nel cuore o nel cranio, magari uccidendolo per l’emorragia (non è un giovinotto).

    Se usassimo il rasoio di Ockam suona di evento progettato a tavolino per attirare l’attenzione e aumentare i consensi di quel politico.
    Però è anche vero che il mondo è più strano e bizzarro di quanto sia ragionevole pensare, per cui probabilmente non si saprà mai come è andata (ovvero se la versione ufficiale coinciderà con la verità dei fatti).

    Vedremo cosa diranno i giornali nei prossimi giorni.

  5. Alberello

    Meno male che non aveva in mano una statuetta del Duomo di Milano. Quella si che sarebbe stata letale! Oppure avrebbe potuto sparargli nell’androne di casa o ancora (volendo proprio essere violento) chiedergli pubblicamente se gli piacesse la figa o meno. :O

    Questi attentati mi fanno venire l’ansia per quanto sono cruenti. In che mondo pericoloso viviamo? Dove nemmeno chi dovrebbe subire un danno lo riceve? D’ora in poi uscirò solo armato di Super Liquidator.

    Riflettiamo.

  6. Il Duca di Baionette

    chiedergli pubblicamente se gli piacesse la figa


    Realizzato da Tapiro e Siobhàn.
    Prima apparizione: blog di Zweilawyer

    Maggiori informazioni:
    http://www.steamfantasy.it/blog/2012/06/21/anniversario-di-un-addio-e-lippamanni/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Corso di Scrittura Gratuito!
Vuoi imparare a scrivere storie emozionanti e liberare la tua immaginazione? Iscriviti senza impegno alla newsletter di AgenziaDuca.it, il mio sito dedicato alla formazione degli autori, e ricevi subito il manuale gratuito di scrittura!
Riceverai esclusivamente email pertinenti con i corsi di AgenziaDuca.it, il mio sito dedicato agli scrittori, e con i contenuti connessi al sistema di formazione. La tua email non verrà divulgata né comunicata a terzi. In qualsiasi momento potrai annullare la tua iscrizione cliccando sull'apposito link ("unsubscribe") in fondo a ogni mail che riceverai.

I tuoi dati saranno gestiti e protetti in accordo con il GDPR Europeo (Regolamento Ue 2016/679), secondo le politiche di privacy e le condizioni di servizio di MailChimp.

Rispettiamo la tua privacy.