«

»

Ott 04

Stampa Articolo

I Coniglietti del Venerdì (159)

Quando il venerdì con i coniglietti incontra il venerdì senza i coniglietti, quello senza i coniglietti è un venerdì morto. Per festeggiare il lieto QUATTRO di oggi, due video di coniglietti bianchi: prima piccini piccini che dormono nella mano e dopo… ricordiamo che i coniglietti crescono. Crescono e non sono granché bravi a valutare la profondità: il coniglio verifica ventordici volte i due lati del divano per capire da dove è più basso il balzo e alla fine nemmeno salta giù.

Per chi vuole sentirmi analizzare la natura del genere Steampunk, vi ricordo che sabato ci sarà la mia conferenza delle 17.00 al Sugarpulp Festival (accesso gratuito). Il giorno successivo troverete invece il dibattito sul femminicidio: non so, magari lo preferite (potrete portarvi un martello per colpirvi nelle palle). Non ci saranno diapositive nella mia conferenza perché il bambino cingalese ipovedente che me le preparava è stato ceduto dagli zingari a un omosessuale austriaco in cambio di un iPod perché al Sugarpulp Festival le disapprovano, rompono l’atmosfera colloquiale/amichevole. Meglio. Forse non ci saranno nemmeno le sedie, perché quelle al titanio rinforzato per il mio culo costano troppo.
Strano, io sono un coniglietto rossiccio di mezzo kg.

Sarò presente a saltellare come un pucciolo disperato in cerca di qualcosa da fare/vedere anche venerdì dall’apertura delle 16.00 e domenica fino al pomeriggio. Per chi è interessato sarò presente pure alle cene a buffet con gli autori in corte (non ho ben capito come siano “in corte”, forse è tipo al cartoccio): visto che non ho proprio voglia di cercare un posto in cui mangiare, col rischio che gli umani enormi mi calpestino, salterò nel taschino di Giacomo Brunoro e andrò lì.

miniature_lop_razza_duchino_con_pickelhaube
“Vous etes un petit lapin rouge pucci pucci pitipitou?”
“Cì, mon general!”
“Bravo, continuez!”

(Angra, parafrasando la citazione di Mac-Mahon)

 
Fonti:
http://www.youtube.com/watch?v=Wa0IvB9qJsg
http://www.youtube.com/watch?v=KDHgRMRz8IE

 

Dettagli sull'autore

Il Duca di Baionette

Il Duca di Baionette (Marco Carrara) è nato in un secolo, vive in un altro e crede di vivere in un altro ancora. Dal 2006 si occupa in modo costante di narrativa fantastica e tecniche di scrittura. Dal 2008 si occupa di editoria digitale sul suo blog Baionette Librarie, di cui si è autonominato Duca. Nel gennaio 2012 ha avviato AgenziaDuca.it per trovare bravi autori e aiutarli a migliorare con corsi di scrittura mirati. Gli stessi corsi forniti gratuitamente agli autori di Vaporteppa.

Nel gennaio 2013 ha ideato il progetto editoriale divenuto Vaporteppa nell’ottobre successivo, con la decisione di Antonio Tombolini, A.D. di StreetLib, di adottare la collana. Ora è Duca sia di Baionette che di Vaporteppa, un po' come Macbeth che ottiene una seconda baronia all'inizio della sua vicenda.
Nel gennaio 2017 ha avviato un canale YouTube.

Adora i conigli, gli scafandri da palombaro, i trattori e le fatine. Talvolta parla di sé in terza persona, come Silvio Berlusconi, i dittatori e i pazzi. Ops, l’ha appena fatto!

Permalink link a questo articolo: http://www.steamfantasy.it/blog/2013/10/04/i-coniglietti-del-venerdi-159/

1 comment

  1. MattoMatteo

    Il primo filmato è semplicmente epico: due coniglietti al costo di uno! Non sono un grande appassionato di pubblicità, ma questa volta la battuta “Ciù is megl che uan!” ci stà a pennello.
    Mi piace soprattutto quando il primo coniglietto stiracchia la zampina; mi ricorda me stesso la mattina presto, anche se io, sfortunatamente, sembro un grizzly appena uscito da una discarica non sono altrettanto tenero… peccato.
    I due coniglietti del primo filmato sono così teneri da essere quasi, spero che il Duca mi perdonerà l’ardita metafora, “gamberettosi”! Dopo aver visto il video, mia madre è dovuta venire a raccogliermi con spugna e stracci, visto che mi ero liquefatto dalla tenerezza.
    Continua così, Duca, a pubblicare invitto nel nome di Gamberetta e del Quattro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *