«

»

set 24

Stampa Articolo

USA: vendite degli eBook a luglio e qualche dato sul cartaceo

Nuove entusiasmanti notizie del mondo degli eBook: no, non parlo del Sony PRS-300 venduto a 199$ (schermo 5 pollici, molto “portatile”, senza ingresso SD, ma ha ben 512 MB di memoria) o del colosso Asustek che fa annunci “di punto in bianco” del suo ingresso imminente nel settore dei lettori di eBook, annunciando lettori (e-Ink?) a partire da 170$ (modello base) già per Natale (!!!) e spargendo voci di star lavorando a dei lettori a doppio-schermo touch screen ripiegabili come se fossero libri.

Qualcosa di molto meglio: un nuovo record nelle vendite degli eBook in USA a luglio!

Vendite degli eBook nel mese di luglio 2009: 16,2 milioni di dollari
Vendite degli eBook nel mese di giugno 2009: 14 milioni di dollari
Crescita rispetto a giugno 2009: +15,7%

Vendite degli eBook nel mese di luglio 2008: 5,2 milioni di dollari
Crescita rispetto ad luglio 2008: +213,5%

Luglio è stato il miglior mese di sempre per le vendite degli eBook in USA, con un nuovo record che supera del 15,7% il precedente record di giugno (che a sua volta superava del 15,7% il record ancora precedente, i 12,1 milioni di aprile 2009!).
Come sempre ho usato, quando possibile, le esatte percentuali fornite da IDPF dato che, a causa dei dati di vendita arrotondati forniti al pubblico, i risultati usando i dati pubblici sarebbero un po’ meno precisi (il +213,5% diverrebbe un +211,5%).

Ok, direte, un +213,5% e un +15,7% sono due belle cose, ma chi ci dice che non siano le stesse percentuali di crescita del settore cartaceo tradizionale (a parte il buon senso e cinque minuti di vita sul pianeta terra)?
Niente da obiettare. Sforniamo anche i dati del cartaceo USA per un confronto.

Association of American Publishers (AAP)
vendite dei libri di carta in USA, dati pubblicati il 23 settembre 2009

Volume complessivo di vendite a luglio: 1,54 miliardi di dollari
Crescita di luglio sul mese precedente: +2%

Adult Hadcover: 88,7 milioni, +6,9% in luglio, -15,5% da inizio anno
Adult Paperback: 124 milioni, +9% in luglio, -11,2% da inizio anno
Adult Mass Market: 68,2 milioni, -13,5% in luglio, -5,3% da inizio anno
Children/Young Adults Hardcover: 55,8 milioni, -5,4% in luglio, +22,2% da inizio anno
Children’s/Young Adults Paperback: 58,2 milioni, +4,1% in luglio, +2% da inizio anno

Su Teleread trovate anche gli altri dati del settore, ovvero Audiobook, pubblicazioni universitarie e testi scolastici, che si mangiano da soli gran parte del mercato. Come in Italia: i libri costano, chi studia deve comprarli e ci sono milioni di persone che studiano, quindi nulla da stupirsi che il settore editoriale sopravviva grazie alle scuole/università.

Le vendite di eBook dall’inizio dell’anno sono aumentate del +173%, mentre in quello cartaceo solo del +2%. Anche se il settore eBook rappresenta solo una minima parte dell’editoria (16,2 milioni contro 1,54 miliardi in luglio: 1% del settore? O forse 2%, dato che i dati AAP sono definiti come “domestic net sales” mentre quelli AAP+IDPF degli eBook sono con gli sconti e vanno grossomodo raddoppiati alla vendita finale?), mi paiono comunque due velocità di crescita molto diverse. ^_^

Se agosto e settembre dovessero comportarsi come luglio, potremmo sperare in 48 milioni di dollari per il terzo trimestre 2009. Se il terzo trimestre dovesse avere un andamento simile al secondo, con un piccolo calo e una risalita, si potrebbero raggiungere addirittura i 50 milioni. Se la crescita del terzo trimestre sul secondo (37,6 milioni) fosse pari a quella del secondo sul primo (25,8 milioni), la cifra si aggirerebbe attorno ai 54 milioni. Quel che mi sento di dire è: non meno di 45 milioni e ottime chance di fare 50!

fatina nel tè
Una fatina che fa il bagno dentro al tè:
non c’entra con gli eBook, ma è una cosa che può sempre capitare

Permalink link a questo articolo: http://www.steamfantasy.it/blog/2009/09/24/usa-vendite-degli-ebook-a-luglio-e-qualche-dato-sul-cartaceo/

15 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. Federico Russo "Taotor"

    Come in Italia: i libri costano, chi studia deve comprarli e ci sono milioni di persone che studiano, quindi nulla da stupirsi che il settore editoriale sopravviva grazie alle scuole/università.

    E neanche.
    Mio “cognato”, che studia medicina, preferisce sì comprare libri nuovi per l’università – neppure usati. Tuttavia, sa anche che i soldi non crescono sugli alberi. Talvolta per un esame ci vuole un libro di non so, 800-1000 pagine. Ma per l’esame bisognerà studiarne solo alcuni capitoli, per esempio 200-300 pagine.
    Vale la pena spendere 100€ per 300 pagine? Fortunatamente eMule gli è d’aiuto: si trovano in rete le versioni pdf di quei libri (non tutti, ahimè). A questo punto basta stampare i pochi capitoli richiesti – a casa o in una cartolibreria – e studiare da lì.

  2. Doarcissa

    L’introduzione degli ebook+lettore, piu` che nelle universita`, sarebbe semplicemente geniale nelle scuole superiori: all’uni compri i libri nuovi perche` probabilmente li dovrai tenere per tutta la vita lavorativa, ma non c’e` casa in cui non ci siano 6 Promessi Sposi (dei nonni, della mamma, del papa`, dello zio, del fratello maggiore, …).

    Non sarebbe fantastico avere un lettore ebook al liceo? Sospetto che se non avessi avuto letteratura di greco e letteratura del ’900 lo stesso giorno tutta la terza, ora sarei alta 1.90 m.

    Riguardo i lettori, sono sempre piu` tentata di comprare un Cybook. Ogni giorno sembra esserci un nuovo modello, ma nessuno cosi` “migliore” del Cybook. L’unico e` forse il Plastic Logic, ma credo costera` uno sproposito.

    Chissa` perche` poi tutti i nuovi modelli sono piu` piccoli, e questo viene pubblicizzato come un vantaggio. Target lillipuziano…

  3. demonio pellegrino

    Interessante. Io ho il Kindle della Amazon qui negli USA. Per il momento li batte tutti gli altri, per la possibilita’ di scaricare libri direttamente dal Kindle senza dover passare attraverso un pc.

    Comunque qui l’ebook ha preso abbastanza. Sono stati fatti anche accordi tra vari biblioteche per l’eventuale “affitto” di ebook in formato non-kindle, quindi un vantaggio per il sony. Se il prossimo lettore di Sony e’ wireless come il Kindle e ha un’interfaccia buona, puo’ sfondare. Anch’io sarei pronto a cambiare.

  4. demonio pellegrino

    dimenticavo – la tfatina nella tazzina non mi e’ mai capitata purtroppo.

  5. DelemnO

    Interessanti come dati, e l’idea del lettore ripiegabile come un libro mi sembra molto carina e accogliente anche per i più nostalgici della carta ^^
    Ebook alle scuole superiori non saprei, un po’ perchè l’atto di sottolineare un libro manualmente per me è fondamentale, un po’ perchè un lettore ebook rimane come un oggetto prezioso (es. cellulare) e ci può sempre essere il ragazzino che lo ruba in quanto oggetto costoso, io alle superiori non mi fiderei. Poi è chiaro che a fare un confronto dei costi tra i libri per cinque anni e un unico lettore ebook + i libri virtuali allora la seconda opzione vince, ma non sono
    comunque convinta.

    P.s le ricordo di rispondermi alla mail, messer Duca.

  6. Il Duca di Baionette

    Chissa` perche` poi tutti i nuovi modelli sono piu` piccoli, e questo viene pubblicizzato come un vantaggio. Target lillipuziano…

    Io ho un cybook con schermo da 6 pollici, rigido ovviamente. Mi piace molto e tanti pdf riesco a convertirli nel più leggibile Mobi (con MobiCreator), ma mi accorgo che non è “davvero portatile”.

    L’idea del lettore a schermo doppio touchscreen col wireless, per poter leggere un libro su una pagina e consultare dizionario/wikipedia dall’altra, mi pare stupenda.

    Ma, per la vera compattezza (unita alla pagina non minuscola) e a meno timori di romperlo, servirà lo schermo flessibile (ricordiamo che l’esercito USA ha garantito pochi mesi fa ulteriori finanziamenti per la ricerca in quell’ambito)…
    …e forse non manca molto per quello e nemmeno per la tecnologia dello schermo a colori non retroilluminato ^__^

    “This year, we’ve already seen a $199 product, I wouldn’t be surprised if next year someone launched a product at around $159 and, three or four years from now, a $99 product.” – Sriram Peruvemba, marketing VP at E Ink, as quoted in a Financial Times piece on the 45-plus e-reader devices now for sale.

    http://www.teleread.org/2009/09/08/99-e-ink-machines-in-three-years-and-color-e-ink-next-year/

    E guardate qui il Readius pieghevole
    http://www.teleread.org/2009/09/08/french-ebook-for-canada-polymer-vision-revived-an-e-book-pandora-and-the-range-and-quality-of-e-books/

  7. Doarcissa

    A quanto ho visto il Plastic Logic consente sottolineatura e scrittura libera. A vederlo sembra una pagina di giornale. Pero` non voglio dovermi prostituire per mesi per raccogliere il denaro necessario!

    Il kindle, sara` fantastico, ma questa blindatura sui libri Amazon non mi piace. Fa come faceva (e fa?) la Microsoft, gioca sporco e cerca il monopolio. Questo situa la Amazon con il suo Kindle nella categoria Male Metafisico, insieme ai cacciatori di cuccioli di foca e lo Stato del Vaticano.

    P.S. In 3 anni di medie e 5 di liceo non ricordo di aver mai visto uno studente senza cellulare, e non e` mai venuto uno scrupolo a nessuno.

    P.P.S. Esiste per caso un fatino da tenere in una tazza da te`?

  8. Il Duca di Baionette

    Speriamo in EPub (leggi anche questo, sempre a tema Sony sceglie EPub).

  9. demonio pellegrino

    Sony e’ costretta a scegliere epub, perche’ non ha un catalogo come quello di Amazon in grado di “legare” il proprio lettore e fidelizzare il cliente.

    Amazon rischia molto con questo. Il paragone che si fa e’ spesso con Itunes di Apple, ma mi convince a meta’. Quello che fa vincere Amazon, ripeto, e’ la velocita’ di utilizzo.

    Due settimane fa, in vacanza nei canyon, accendo il Kindle, mi collego wireless (amazon paga la connessione…), scarico un libro, il tutto in due minuti. Con il Sony non lo puoi ancora fare. E voglio vedere se lo potrai fare anche quando avra’ la connessione wireless: perche’ chi la paga? Sony? Tu? Barnes and Noble?

  10. Uriele

    Per il resto su carta cosa si intende oltre ai libri scolastici? Ci sono anche i fumetti (non ho trovato informazioni sui comics)

    comunque in numeri. Da un mese all’altro l’editoria tradizionale ha guadagnato in complessivo

    (1.54)*10^9*0.02=30.800.000 $

    Se consideriamo solo le cose elencate in complessivo in questo mese:

    (88.7*(0.069)+124*0.09+68.2*(-0.135)+55.8*(-0.054)+58.2 *0.041)*10^6= 7.446.300 $

    Mentre dall’inizio dell’anno la crescita è stata di:

    (88.7*(-0.155)+124*-0.112+68.2*(-0.053)+55.8*(0.222)+58.2 *0.02)*10^6= -17.699.500 $
    (però mancano tutti i dati relativi ai libri scolastici, eccetera… per valutare bene la crescita o decriscita dall’inizio dell’anno potrebbe essere anche peggiore la situazione o migliore.). Forse parte di questa diminuzione di vendita va pari passo con l’aumento degli introiti degli ebook

    Per gli ebook invece in questo mese abbiamo avuto una crescita di

    14.6*0.157*10^6=2.292.200 $

    Quindi in questo periodo si sta riprendendo di brutto tutta l’editoria (nel complesso quella cartacea è cresciuta di 30 milioni, quella in ebook di 3, il 10% del complessivo cartaceo non male). Sono due belle crescite per entrambi i settori, aspetto però che la crisi scemi per vedere come va (un aumento del 2% con un volume di miliardi è più difficile di un aumento del 15 per un volume di qualche milione, considera anche che siamo del periodo in cui la gente si “rifà la biblioteca virtuale” un po’ come il picco di vendite dei giochi psp quando è uscito il pop loader, sono giochi che uno magari aveva già comprato per la console casalinga, ma che ricomprava in versione handle)

    Comunque è un bell’aumento. Quando si stabilizzerà il mercato dell’editoria tradizionale avremo un panorama più preciso della situazione. Voglio vedere come andranno le cose dopo la ripresa economica (?)

  11. iome

    eeh pensate che sogno sarebbero monitor e-ink a colori con refresh paragonabili a quelli di un monitor lcd

    per molti professionisti dell’immagine (fotografi, videomontatori, grafici) sarebbe una sogno proibito; non dover essere schiavi della retro illuminazione.
    Nello studio in cui presto opera la sala computer è sempre sprofondata nelle tenebre per evitare riflessi e sfrantumarsi i cristallini

    e cominque io attendo con pazienza l’e-book reader giusto, con le prestazioni giuste e un prezzo giusto

    che giusto!

  12. Ghost

    Comunque, dalle prime indiscrezioni che girano il nuovo lettore Asus non sarà e-ink ma LCD come si vede da qui:

    http://cache.gawker.com/assets/images/gizmodo/2009/09/AsusEeeReader.jpg

    La cosa che me le fa girare a elica è che probabilmente la Asus fa bene: ho fatto un sondaggio tra amici e conoscenti, molti sono interessati a un tablet/reader dove navigare su internet, prendere appunti e leggere articoli ed ebook professionali. Mentre a nessuno interessa un e-ink dove leggere ore e ore senza stancarsi la vista… che tristezza.

  13. Ema

    ehi Demonio, aspetta, aspetta. Con ordine. Cioè c’era campo wireless in mezzo ai Canyon? e tu quindi ti sei collegato e hai scaricato usando la wireless pagata da Amazon in mezzo a un Canyon?

  14. Federico Russo "Taotor"

    e cominque io attendo con pazienza l’e-book reader giusto, con le prestazioni giuste e un prezzo giusto

    Concordo alla grande.
    Io sarei disposto a spendere massimo 100€ – ma giusto perché non compro mai nulla di sfizioso. Considerando che il mio budget per campare all’università è 250€ al mese (+ i soldi per l’affitto), 100€ in meno fanno la differenza, eccome.

    E poi sono troppo orgoglioso per prelevare dal bancomat o chiedere ai miei altri soldi. :P

  15. Uriele

    @ ghost: per professionisti c’è l’irex. Internet e ink, schermo grande, touch screen con la possibilità di prendere appunti… è molto migliore del PRS700 (in tutte le recensioni dicono che il 700 ha sì la possibilità di scrivere, ma lo schermo è molto più fragile e l’effetto è peggiore del 505) della sony, ma costa veramente un’esagerazione (mi pare sui 699 di listino)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Current ye@r *