«

»

mar 21

Stampa Articolo

Nuovo tema di Baionette Librarie

Come spero abbiate notato, il tema di Baionette Librarie è cambiato. Il vecchio tema a base, quello con un inquietante manometro incollato con raro effetto piattume 2D nell’header, e in cui per ragioni ignote alla logica c’erano quadri con le cornici dorate in mezzo a tubi che parevano delle fognature, ha dovuto cedere il passo.

Il vecchio tema di Baionette Librarie che con poche modifiche (sfondo, aggiunte di elementi nelle sidebar) è stato presente dal 23 dicembre 2009 al 19 marzo 2014.

Il vecchio tema di Baionette Librarie che con poche modifiche (sfondo, aggiunte di elementi nelle sidebar) è stato presente dal 23 dicembre 2009 al 19 marzo 2014.

Ero affezionato al vecchio tema, creato quasi da zero macellando e rifacendo tutto a partire dal tema Buick, mi pare del 2005. Era stato accolto con entusiasmo nel dicembre 2009, ma era un tema obsoleto, pieno di codice deprecato, solo vagamente compatibile con le richieste degli ultimi tre anni attuali di WordPress e dei motori di ricerca, addirittura incapace di supportare decentemente i widget e privo di gestione dei menù orizzontali. Le poche cose decenti che faceva erano ottenute con dei plugin.

Ormai però era più un peso che altro: tenerlo in piedi, subendo danni a livello di compatibilità (indecente sugli smartphone, infatti ero costretto a far funzionare un secondo tema ottimizzato così minimalista da dare il vomito) e di apprezzamento dei motori di ricerca (contenuti duplicati, codice sporco, tag H1 ripetuti nelle liste invece che univoci per la pagina ecc.), non aveva proprio alcun senso.

Il nuovo tema è basato sui lavori fatti per Vaporteppa partendo dal tema Graphene. Ancora una volta un tema boxed, all’antica, senza seguire la moda responsive per spostare “ogni cosa in basso” in caso di schermi piccoli per rendere tutti i temi “facebook somiglianti”. Non mi piace, voglio che la sidebar ci sia e stia lì, voglio che il footer sia distinto e voglio che la grafica di contorno anche se minimale crei un po’ di atmosfera.

Gli smartphone hanno schermi sempre più grandi e con risoluzioni spesso, ormai, da monitor del pc fisso: l’attuale tema si naviga abbastanza bene in landscape su un vecchio smartphone di mio fratello in 480×320 pixel (nei limiti in cui può navigare bene quel 3,2 pollici), bene sul mio vecchio Motorola Defy+ 854×480 pixel (3,7 pollici) e molto bene sul mio Nexus 5 da 1920×1080 pixel (4,95 pollici: giusto il disturbo del “doppio clic” per zoomare se voglio vedere bene la sidebar o per leggere ancora meglio). C’è solo un minimo problema di fuoriuscita dei link troppo lunghi dal bordo dei commenti.
Quindi nessun problema: non progetto pensando al passato, è il Futuro che ci sta davanti!

Novità presenti

A parte la migliore compatibilità e la maggiore comodità, quali sono le novità concrete per i lettori? Prima di tutto i tag, che ormai compilavo regolarmente dal 2009, sono disponibili per cliccare e cercare altri articoli che trattino l’argomento del tag. La lista dei mesi è divenuta ancora più compatta, un mero menù a tendina, e perfino la lista delle categorie (lunghissima perché nata quando ancora WordPress non distingueva tag e categorie) è stata compressa in un comodo menù.

Un comodo slider in cima alla pagina iniziale fornisce una selezione degli articoli “migliori”, scelti da me tra i più rappresentativi del sito (coniglietti esclusi). Anche le regole per i commenti, sopra il modulo di invio, sono state sintetizzate.

Sempre a tema suggerimenti, i menù orizzontali contengono suddivisioni degli articoli in annate e alcuni articoli particolarmente importanti da leggere (presenti anche in slider), oltre a qualche link legato al progetto Vaporteppa. Anche il footer è stato impiegato per suggerire articoli e siti interessanti, ma non miei: Fantasy Gamberi, Tapirullanza, Zweilawyer e un paio d’altri. C’è anche un piccolo spazio per le letture consigliate in cui terrò alcuni autopubblicati: al momento due gratuiti e uno a pagamento.

Sopra il footer potete trovare quattro box per sponsorizzare l’amata Gamberetta, Agenzia Duca, il mio appoggio alla causa della Monarchia e l’Osservatorio Fatine. Manca il Kaiser anti-DRM, ma non l’articolo: lo trovate nello slider e nel menù degli articoli consigliati in cima al sito. Ho optato per una svolta più italiana, pur mantenendo la simpatia per la mentalità e la cultura della Germania Imperiale: al posto della croce di ferro come favicon (iconcina per i browser) del sito, metterò lo stemma sabaudo e il tricolore; al posto del tricolore tedesco imperiale, c’è quello italiano sull’automa a destra nell’header; perfino la fanciulla coi capelli rosa a sinistra dell’header ha un tocco nuovo, il tatuaggio col volto di Branca, l’ussaro di Vaporteppa, sulla spalla.

 favicon_monarchia4  favicon_monarchia3  favicon_monarchia2  favicon_monarchia

Alcuni possibili favicon (32×32 pixel, PNG): suggerimenti?

La pubblicità per le opere di Vaporteppa sarà collocata in sidebar in due slider (pensavo una per Vaporteppa e una per il Vekkiume di Vaporteppa, oppure una per le opere a pagamento e una per quelle gratis, non so). Al momento potete ammirare solo uno slider con le prime due opere pubblicate, entrambe d’epoca e gratuite. Altre pubblicità “speciali” in sidebar verranno collocate solo in pagine specifiche, magari con un’alternanza per non allungare troppo la sidebar di roba inutile e pesante, come avviene ora per il numero di Terre di Confine che appare solo nella pagina principale.

Visto che c’ero ho integrato Twitter e Facebook, il primo con gli ultimi messaggi e il secondo con il numero di fan della pagina del Duca di Baionette.

A distanza di oltre quattro anni, ritorna la possibilità di donare con Paypal qualche euro al Duca: trovate il pulsante di donazione nella sidebar assieme a un menù per scegliere la cifra che va dai 2 ai 12 euro (consigliata: 4). Una piccola donazione fa sempre comodo: se Baionette Librarie vi piace lasciate un paio di euro quando trovate un articolo particolarmente interessante.

Le ragazze che volessero fare la donazione di persona possono sostituirla con una donazione in natura:

“Duca…”
“Sì, signorina lettrice?”
La fanciulla arrossisce e abbassa lo sguardo.
“Ecco… prendi questo…” Tira fuori dalla borsetta un grosso cetriolo e me lo schiaffa in mano. “E ficcatelo in culo!”

Spero che il tema non vi dispiaccia troppo anche se per molti di voi, quasi tutti, il vecchio tema è stato l’unico che avete mai conosciuto su Baionette Librarie. Io ancora ricordo quello del 2007-2009, con i libroni da una parte, il corazziere che beve dall’altra, la sidebar con i foglietti gialli di post-it, e sempre quel motto tratto da 1984: “la libertà è la libertà di dire che due e due fanno quattro”.

Permalink link a questo articolo: http://www.steamfantasy.it/blog/2014/03/21/nuovo-tema-di-baionette-librarie/

11 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. reno

    Il footer è ottimo. Mi velocizza nei link
    Per il favicon personalmente opto per il secondo da sinistra. Più semplice e più immediato. Il tricolore si vede subito.

  2. MattoMatteo

    Oltre che essere migliorato sia dal punto di vista estetico che dei contenuti, effettivamente il sito ora è molto più veloce; ottimo lavoro Duca!
    Solo un appunto, riguardo all’ultimo pezzo dell’articolo:

    “Duca…”
    “Sì, signorina lettrice?”
    La fanciulla arrossisce e abbassa lo sguardo.
    “Ecco… prendi questo…” Tira fuori dalla borsetta un grosso cetriolo e me lo schiaffa in mano. “E ficcatelo in culo!”

    Una signorina per bene:
    1) non userebbe il “tu”, ma il “lei” (o il “voi”, se è ancora più educata).
    2) non userebbe certe parolacce come “culo”, ma “deretano”.
    3) e soprattutto non girerebbe mai con un cetriolo in borsetta! Non solo rischierebbe di esporsi al pubblico ludibrio, in caso venisse scopera, ma l’infausto ortaggio potrebbe stimolare in lei depravate perversioni (tipo mangiarlo con le mani invece che con coltello e forchetta).

  3. Il Duca di Baionette

    Ho aggiunto un’immagine del primissimo tema, nella versione natalizia col banner che invitava a donare, linkato a “quello del 2007-2009″.

  4. Anonimo Qualsiasi

    Sprizza Regia Italia da ogni poro. È bellissimo.

  5. raffo

    Quattrosità al grande Duca.

    Sono quattro giorni che navigavo nel nuovo sito convinto di aver sbagliato pagina web… restavo solo per via delle grosse tette in cima alla pagina, ma ora ho la certezza di essere nel posto giusto.

    Per il favicon io opterei per il secondo da destra, quella parvenza 3D è più elegante, in più c’è la corona.

    Unico neo da migliorare, se posso permettermi, è nei tag da usare per scrivere alla signoria vostra: persone poco avvezze, come me, al linguaggio web e/o alla lingua anglofona non sanno che cosa stanno inserendo nei carteggi da spedirle…

    Per il resto il nuovo sito è spettacolare.

  6. Il Duca di Baionette

    Vedo di fare qualcosa per spiegare visivamente l’uso dei tag nei commenti. Datemi un paio di ore.
    Fatto.

  7. Raffo

    rinnovo i complimenti alla signoria vostra e somma Quattrositá! Grazie al vostro geni non solo avete risolto il problema dei tag poco chiari, ma grazie alla nuova veste grafica posso vedere il vostro blog dal browser del mio kobo con schermo da 5 pollici

  8. Il Duca di Baionette

    Addirittura dal mini kobo in 600×800 pixel? Beh, effettivamente è meglio del mio vecchio motorola defy+… dovrò provare anche io a vedere Baionette dal kobo mini di mia madre e dal mio Aura HD. :-)

    Sono contento che la spiegazione dei tag “visiva” sia stata utile, effettivamente ci voleva!

  9. Raffo

    ebbene sí o Sommo,Vi sto anche scrivendo dal kobo mini. Diciamo che schermo e-link da 5 pollici e tastierino touch con funzioni limitate infondono il dono della sintesi…

  10. MattoMatteo

    Egregio Duca, sò già che verrò sodomizzato da un negrone superdotato bacchettato sulle mani per il mio ardire, ma non posso fare a meno di notare una mancanza: i tag applicabili all’interno delle risposte sono 5 (corsivo, grassetto, sbarrato, link, e citazione), ma sono presenti solo 4 tasti di scelta rapida (corsivo, grassetto, link, e citazione)… come mai non c’è il tasto di scelta rapida anche per il barrato?
    A questo punto non sarebbe più semplice (ed equo) eliminare tutti i tasti, visto che è comunque presente una comoda spiegazione, scritta dalle sue mani?

  11. Il Duca di Baionette

    Se scrivi (o trovi pronto) un plugin di Quicktag compatibile con WordPress 3.8.1 e superiori prossimi venturi con anche gli altri tasti, lo metto. L’unico decente che ho trovato, dopo che il vecchio è divenuto obsoleto, tiene apposta solo quelli più comuni per una scelta di semplicità (senza senso) dell’autore.

    Per il resto la proposta di togliere le scorciatoie con i tag che verranno usati in oltre il 90% dei commenti con tag non ha senso: perché privarsi di qualcosa che funziona ed è comodo adducendo la scusa che certo, funziona ed è comodo, ma non è perfetto quindi meglio non averlo proprio?
    Allora andiamo tutti i a piedi, visto che l’efficienza dei motori a scoppio sta attorno al 20%, quella dei motori a vapore una fetta più in alto e l’ideale è 100%: perché usare l’auto, che spreca l’80% di ciò che usa? E perché andare a piedi, anzi perché muoversi proprio, visto che la lentezza estrema porta a consumare tempo e l’ideale sarebbe l’atemporalità della velocità della luce?

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Current ye@r *