«

»

Dic 17

Stampa Articolo

La Grande Guerra Marziana… più Rózalski

Nel dicembre 2013 History Channel in Canada ha trasmesso un “falsomentario” (mockumentary) dedicato alla Grande Guerra. A quella vera, quella che generazioni di storici hanno rimosso volontariamente e la propaganda ha cancellato. La stessa propaganda che commissionò a Wells di tramutare le cronache dal fronte in un romanzo, per coprire con la patina dell’invenzione ciò che era davvero successo. Sto parlando naturalmente di quando i marziani hanno attaccato la Terra, nel 1913: la Grande Guerra Marziana.

Se non funziona prova qui ▼

E così un falsomentario diviene l’ennesimo strumento di una propaganda che, di fronte alla sempre maggiore consapevolezza di quanto avvenuto e di quanto nascosto, copre il tutto di ridicolo tramutandolo di nuovo in storia di invenzione. Un po’ come fecero con le fatine, dopo il 1918, come spiegato in questo articolo e nei miei successivi commenti. Ma è proprio così?
In questo falsomentario vi è più verità che in tanti libri di storia: sarà che i suoi ideatori, con la scusa dell’invenzione, hanno portato avanti una loro agenda per rivelare al mondo la verità (è più preciso della riduzione romanzesca di Wells, per esempio) ritenendo che gli effetti positivi sarebbero stati maggiori di quelli negativi? Non è forse il giullare, che nessuno prenderebbe sul serio, l’unico a cui è concesso dire la verità? Se non ha ragione Shakespeare, chi altri? Riflettiamo.

Io da anni mi batto per il ripristino della verità storica, l’analisi senza pregiudizio delle fonti, quel pretendere di basarsi sui fatti verificabili (e non sulle fonti secondarie rimaneggiate post-belliche), che viene snobbato come revisionismo. Il tipo di gente che quando vennero trovate le rovine di Troia ancora si lamentava che essendo l’Iliade una storia epica con cose considerate inesistenti, come gli Dei, allora anche la città di Troia non poteva essere mai esistita. Ah-ah, certo, grazie per il vostro contributo alla conoscenza umana, ora lasciate gli adulti a occuparsene. ^_^

Per chi riesce a recuperare il falsomentario, mi risulta che quello trasmesso un anno fa sia un un film di due ore, con mix di filmati d’epoca modificati e interviste ai reduci. Lo sto ancora cercando, ha pochissime fonti su eMule.

Passiamo a un artista polacco che sta rimbalzando molto in queste settimane tra gli appassionati di fantascienza e steampunk/dieselpunk: Jakub Rózalski.

Ho messo solo una selezione di opere a tema dieselpunk: “retrofuturismo” anni 1920-1940. Mi piace molto come mette assieme uniformi in stile anni 1920, mech, elementi ancora più retrò (l’ussaro alato) ed elementi anacronistici “reali” (il lanciarazzi dell’ussaro, per esempio). Alcune immagini vengono da Scythe, un progetto di gioco di carte a cui sta lavorando come illustratore. Potete rimanere aggiornati sulle sue opere, e vedere le altre, andando sul tumblr dell’autore. C’è anche una breve intervista a cura di Vice.

Devo ringraziare Giulia Jo Arrighi che mi ha ricordato di parlare di Rózalski. E Michele Zorzetto per avermi ricordato quattro settimane dopo che mi ero dimenticato di ciò che Giulia mi aveva ricordato. LOL. ^_^ Dedico il post a Gamberetta che ringrazio di esistere per tutti gli articoli che ha scritto: sarebbe bello se tornasse con un romanzo a base di mech/esoscheletri retrò che si menano. Ma è sperare troppo… .__.

Dettagli sull'autore

Il Duca di Baionette

Il Duca di Baionette (Marco Carrara) è nato in un secolo, vive in un altro e crede di vivere in un altro ancora. Dal 2006 si occupa in modo costante di narrativa fantastica e tecniche di scrittura. Dal 2008 si occupa di editoria digitale sul suo blog Baionette Librarie, di cui si è autonominato Duca. Nel gennaio 2012 ha avviato AgenziaDuca.it per trovare bravi autori e aiutarli a migliorare con corsi di scrittura mirati. Gli stessi corsi forniti gratuitamente agli autori di Vaporteppa.

Nel gennaio 2013 ha ideato il progetto editoriale divenuto Vaporteppa nell’ottobre successivo, con la decisione di Antonio Tombolini, A.D. di StreetLib, di adottare la collana. Ora è Duca sia di Baionette che di Vaporteppa, un po' come Macbeth che ottiene una seconda baronia all'inizio della sua vicenda.
Nel gennaio 2017 ha avviato un canale YouTube.

Adora i conigli, gli scafandri da palombaro, i trattori e le fatine. Talvolta parla di sé in terza persona, come Silvio Berlusconi, i dittatori e i pazzi. Ops, l’ha appena fatto!

Permalink link a questo articolo: http://www.steamfantasy.it/blog/2014/12/17/la-grande-guerra-marziana-piu-rozalski/

13 comments

Vai al modulo dei commenti

  1. Zweilawyer

    Non dev’essere malvagio come documentario farlocco. Il più trash comunque è quello sul Megalodon (non so chi lo abbia prodotto), dove lo attirano in superficie con una balena di cartapesta che fa cagare il cazzo.

  2. Il Duca di Baionette

    Qui si riesce a vedere in streaming con sottotitoli italiani, anche se non riesco a scaricarlo: http://videopremium.tv/6d62yl94xaix

  3. MattoMatteo

    Altro mito da sfatare: i marziani non vennero sconfitti dai batteri terrestri (no, dico, ma davvero vogliamo far credere che una civiltà così avanzata non si fosse premunita di vaccinazioni?), ma dai supremi difensori del pianeta Terra: i CONIGLIETTI!
    Non che l’abbiano fatto per noi “stoopidi oomani”, ovviamente… solo gli seccava che fossero arrivati dei “gitanti della domenica” a devastare questo mondo, che gli appartiene di diritto.
    Ma, con la nostra tipica arroganza, piuttosto che riconoscere ai coniglietti il giusto merito che gli spettava, ci siamo inventiti la balla dei batteri… fortuna (per noi) che i coniglietti, essendoci moralmente superiori, non ci hanno fatto il culo come meritavamo se la sono presa… per il momento!
    Quindi ricordiamoci di trattare bene la Terra, se vogliamo che i coniglietti non ci facciano fare la stessa fine dei marziani.

  4. Tenger

    History Channel è il canle che ha trasmesso Vikings, mi par di capire che le farloccate siano il loro pane quotidiano.
    Questo per lo meno pare creativo e divertente. Un grande passo avanti. E i quadri del polacco sono BELLISSIMERRIMI! *_*

  5. Tapiroulant

    Le opere di Rozalski col tema comune della reinterpretazione di quadri della Polonia di primo novecento con aggiunta di mech fanno parte del progetto 1920+. Dovrebbero essere una reinterpretazione ucronica della guerra polacco-sovietica di quegli anni.
    E sono bellissime *_*

    Bravo Duchino per averne parlato

  6. Il Duca di Baionette

    Avevo dimenticato il link a Vice con la breve intervista: http://www.vice.com/it/read/jakub-ralski-project-1920-robots-poland-876

  7. Berserk91.a

    Qui si riesce a vedere in streaming con sottotitoli italiani, anche se non riesco a scaricarlo: http://videopremium.tv/6d62yl94xaix

    Duca usa il software open-source JDownloader per scaricarlo ;)

  8. MattoMatteo

    Udite udite!
    Venerdì 26 dicembre, alle 22.55, su Rai 4 (canale 21 del digitale terrestre) verrà trasmesso “The Great Martian War”… la verità si avvicina!

  9. Il Duca di Baionette

    Grande! ^__^

  10. Luca

    Ciao a tutti!

    Il documentario è andato in onda ieri sera su Rai 4… per un (bel) momento ho creduto che fosse tutto vero.

    Però, a pensarci bene… ma siamo davvero sicuri che sia falso? Se i nostri amici di Prussiani Vs Alieni hanno fatto un fumetto vorrà dire qualcosa, no?

    Tutto questo revisionismo storico anti-fatine-&-coniglietti mi preoccupa.

  11. Michele

    Sono riuscito a scaricare questa perla, grazie Duca per averne parlato è veramente bello.

    P.S. a tempo perso vi consiglio un documentario che avevo visto tempo fa in streaming: Tesla il signore del mondo mi pare si intitoli o il signore della terra adesso non ricordo.
    Parlava della vita di Tesla e del suo coinvolgimento con il mistero di Tunguska. Mi pare fosse sottotitolato, ma è veramente interessante.

  12. MattoMatteo

    Però, a pensarci bene… ma siamo davvero sicuri che sia falso? Se i nostri amici di Prussiani Vs Alieni hanno fatto un fumetto vorrà dire qualcosa, no?

    Tenendo presente che anche una televisione seria come la BBC si è impegnata nella creazione di un documentario, questa volta relativo ai VERI primi uomini sulla Luna, comincio a credere anche io che la storia “ufficiale” (quella che ti fanno studiare a scuola) non sia quella vera… Oo’

  13. Cristian

    Ore 9:56 del 27/02″2016 lo stanno facendo vedere su Rai4.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *