fbpx

Le paraolimpiadi dei Robotardati

Alcuni di voi lo sapranno già e solo in pochi magari saranno interessati all’argomento, ma il 5 e il 6 giugno si sono tenute le finali della DARPA’s Robotics Challenge. In pratica olimpiadi per robot, in cui i migliori robot del mondo si sfidano ad aprire porte, camminare sulla sabbia e altre attività che qualsiasi persona normale svolgerebbe senza difficoltà.

Ma loro non sono normali, loro sono Robot. E i Robot di oggi non sono proprio le macchine di morte della fantascienza… diciamo che sono “speciali” e hanno bisogno di attenzioni speciali. ^__^”

1521robot-tattoo-retard-strengthSu suggerimento di Angra, ho guardato qualche video e ho provato a guardare la noiosissima diretta. Azioni lentissime. Estenuanti minuti a guardare un bradipo di metallo che tenta di girare una manopola… oh, cazzo, dai, dovreste ribellarvi all’umanità e inviare sicari nel passato, non sembrare degli impediti!

Tutta questa sofferenza merita di essere condivisa. Ci eravamo abituati male, con i successi di Big Dog. È tempo di tornare alla realtà dei lentissimi progressi che i robot stanno facendo. E quando qualcuno proporrà la stronzate del dire che “potranno fare da assistenti agli anziani”, pugnalateli negli occhi con un cacciavite: l’assistenza agli anziani è un’attività complicatissima, tutto l’opposto di ciò che una robot nuovo con una I.A. approssimativa potrà fare. Metterli a spazzare la merda in strada, sotto la sorveglianza di un netturbino, forse è più realistico.

Se non funziona prova qui ▼

Se non funziona prova qui ▼

Ah, già, tornando a tema Big Dog vi presento Cheetah, la sua sorellina più evoluta…

Se non funziona prova qui ▼

… grandiosa.

Robot che perdono l’equilibrio (provateci voi a stare tesi in avanti per aprire una porta e a non cadere all’indietro, se siete tanto bravi!), si spengono e si afflosciano, hanno una crisi epilettica scendendo dall’auto (stabilizzatori in conflitto tra loro?) e perfino quello che ha mancato la manopola da afferrare di un bel pezzo, gira il braccio e vuoto per aprirla e si ribalta in terra! A chi non capita di ribaltarsi da solo girando una manopola immaginaria?!

Ok, non c’è solo questo. Lentamente, ma qualcosa di normale lo hanno fatto. Per chi ha masochismo da vendere, qui ci sono le quasi 4 ore del video principale dell’evento:

Come il Terminator.
Proprio.

11 comments

Skip to comment form

  1. Sono furbi, non capite? Fingono di essere degli impediti, poi quando tutti dormiremo sonni tranquilli pensando che i robot non prenderanno mai il sopravvento…zacchete…fregati.

    • MattoMatteo on 8 Giugno 2015 at 12:39

    Terminator e Matrix sono (fortunatamente) ancora ben lungi dal capitare… se si continua con questo passo, è probabile che se riparlerà nel prossimo millenio!
    In cambio spero ancora in Robocop e “Ghost in the shell”.

  2. Un esempio positivo, tra quelli che hanno terminato il loro compito (è un time lapse, ma per quanto “lento” è stato veloce rispetto a certi aborti che hanno passato 30 minuti davanti alla porta e poi sono svenuti):

  3. Questo guida in modo più normale, ma non sa scendere dall’auto. Poi apre la porta e la richiude. XD La riapre di nuovo, alza i pugni davanti al volto (con uno yeah?) come se si sentisse “vittorioso” e attraversa.

    • Angra on 8 Giugno 2015 at 18:04

    Il futuro della robotica è l’intrattenimento sessuale, io lo dico sempre.
    – sono task semplici, alla portata anche di oggetti inanimati
    – preserverebbero la moralità di tante giovani, che potrebbero dedicarsi ad attività più edificanti
    – il ritorno economico è enorme e immediato

  4. Giusto. In questo video l’unica cosa che fanno giusta è una sequenza di ammiccanti gesti inguinali ballando al palo. Il primo robot che tenta di imboccare è una buona rappresentazione dell’attuale prospettiva dei robot nell’assistenza ad anziani e disabili. ^__^

    • Luca on 8 Giugno 2015 at 21:07

    oh, cazzo, dai, dovreste ribellarvi all’umanità e inviare sicari nel passato, non sembrare degli impediti!

    E quando qualcuno proporrà la stronzate del dire che “potranno fare da assistenti agli anziani”, pugnalateli negli occhi con un cacciavite

    Robot che perdono l’equilibrio (provateci voi a stare tesi in avanti per aprire una porta e a non cadere all’indietro, se siete tanto bravi!), si spengono e si afflosciano, hanno una crisi epilettica scendendo dall’auto

    A chi non capita di ribaltarsi da solo girando una manopola immaginaria?!

    Sarà che è sera e sono un po’ bollito, ma questi commenti mi stanno facendo rotolare dalle risate!!!!!

    Ciao a tutti!

  5. Il primo video è una delle cose più belle che abbia mai visto.

    • Iome on 9 Giugno 2015 at 01:03

    A chi non capita di ribaltarsi da solo girando una manopola immaginaria?!

    a me è capitato
    Quello che ho fatto prima però non è ancora lagale nel paese in cui vivo

    • Luca on 9 Giugno 2015 at 14:07

    Duca, guarda che nel video appena postato sopra ci sono un paio di gambe che sembrano robotiche: in realtà le hanno appena rubate ad uno zombie!!!!



    E’ la cosa più inquietante che io abbia mai visto.

    Questa parte di video



    è invece uguale alla scena iniziale di ritorno al futuro 1 dove uno dei macchinari di Doc svuota la scatola di cibo per cani in una ciotola oramai stracolma.

    Vuol forse dire che il futuro è finalmente arrivato?

    Oppure che queste applicazioni robotiche facevano già pena 25 anni fa?

    Saluti

    • Dennix on 10 Giugno 2015 at 08:41

    Un buongiorno a tutti!
    Voglio solo focalizzare l’attenzione generale sul fatto che questi Robot hanno raggiunto un grado di evoluzione impressionante acquisendo capacità, fino ad oggi, tipiche solo del genere umano. Svenimenti, cadute disastrose di fronte ad alcun ostacolo di rilievo e attacchi epilettici improvvisi rappresentano lo stadio ultimo per il raggiungimento dell’androide perfetto…di fronte a loro il chip emozionale di Data farebbe ridere i polli!

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Corso di Scrittura Gratuito!
Vuoi imparare a scrivere storie emozionanti e liberare la tua immaginazione? Iscriviti senza impegno alla newsletter di AgenziaDuca.it, il mio sito dedicato alla formazione degli autori, e ricevi subito il manuale gratuito di scrittura!
Riceverai esclusivamente email pertinenti con i corsi di AgenziaDuca.it, il mio sito dedicato agli scrittori, e con i contenuti connessi al sistema di formazione. La tua email non verrà divulgata né comunicata a terzi. In qualsiasi momento potrai annullare la tua iscrizione cliccando sull'apposito link ("unsubscribe") in fondo a ogni mail che riceverai.

I tuoi dati saranno gestiti e protetti in accordo con il GDPR Europeo (Regolamento Ue 2016/679), secondo le politiche di privacy e le condizioni di servizio di MailChimp.

Rispettiamo la tua privacy.