«

»

Ott 12

Stampa Articolo

Ci vediamo a Stranimondi per una birra (offro io)

Sabato 14 e domenica 15 ottobre, ovvero questo fine settimana, sarò a Stranimondi, l’evento milanese dedicato alla narrativa fantastica sostenuto dall’associazione Delos Books e dalle case editrici Delos Digital, Hypnos e Zona 42. Si svolge presso la Casa dei Giochi, in via Sant’Uguzzone al numero 8. Si arriva comodamente in metropolitana, per chi è del posto o viene in treno. Trovate tutte le informazioni utili su Stranimondi.it.

L’evento è formato da una parte gratuita, incluso l’accesso all’area vendite e alle presentazioni librarie, e da una parte a pagamento, con conferenze ulteriori e incontri con gli autori. Per passare a salutarmi non vi serve nessun biglietto: mi troverete quasi sempre al banco di Vaporteppa. dove saranno in vendita ben 10 titoli cartacei con sconti che possono arrivare fino al 29%. Ci manca solo che vi offro pure da bere… ah, già: lo farò! Ma ne parliamo dopo. ^__^

Per scoprire quali titoli porteremo, ti basta guardare i cartacei attualmente in vendita su StreetLib Store: ci saranno tutti i romanzi e romanzi brevi dei nostri autori italiani, più tre opere scelte di Carlton Mellick III. In più al nostro banco ti aspetta una bella sorpresa in regalo

Ecco tutti i libri che porterò, ben 135 copie divise tra 10 libri diversi. Appena estratti dalle scatole, un mese fa!

Domenica alle 11:00 Marco Crescizz, l’autore di Alieni Coprofagi dallo Spazio Profondo, Antonio Tombolini, l’amministratore delegato di StreetLib.com che finanzia Vaporteppa, e io presenteremo la collana: una cosa veloce, 20-25 minuti, domande incluse se vi va di farne. In ogni caso per qualsiasi domanda trovate me e i diversi autori al banco o nei d’intorni a girovagare. Ci saranno Alessandro Scalzo e Giuseppe Menconi, oltre a Crescizz, e diversi tra collaboratori e futuri autori di Vaporteppa.

Ma passiamo alle cose interessanti: la birra! Al nostro primo evento pubblico saranno disponibili le birre di Vaporteppa, ovvero le birre che produco dall’autunno 2016 e che regalo ai membri di Vaporteppa. Questa volta le regalerò anche a voi! Sono tutte birre realizzate a casa con i classici fermentatori di plastica da 23 litri (i miei li ho comprati su Birramia.it): sono prodotti “naturali” fatti con estratto di malto liquido o secco, luppolo, lievito e qualche volta ingredienti extra come miele o un po’ di zucchero scuro. Niente conservanti ulteriori: alcol e luppolo ci pensano da soli a far durare a lungo una birra!

Ogni birra ha uno stile diverso ed è dedicata a un personaggio di Vaporteppa, quelli di cui si parla sul nostro sito o nei social: l’ussaro Branca del nostro logo, che si lancia a testa bassa ovunque lo guidi l’immaginazione, o la fatina Adele, che sorveglia tutti quanti per evitare che facciano cazzate, per intenderci. Sono dieci stili diversi, dedicati a otto dei nostri personaggi. Ecco quali sono, con le loro etichette che descrivono birra e personaggio:

Sono particolarmente fiero di Fiammetta, la mia prima birra realizzata usando solo estratto secco non luppolato e luppoli in pellet di un solo tipo. Una birra monoluppolo 100% El Dorado, un luppolo americano molto amaro e molto aromatico, dai sentori intensi di frutta tropicale e pera. Cosa fare se non una Double IPA? Un bel birrone forte e amaro, con intensi aromi dati dal dry hopping dei luppoli, ovvero la loro infusione a freddo dopo i primi giorni di fermentazione della birra.

Se venite a Stranimondi e comprate almeno tre libri di Vaporteppa, per ringraziarvi del supporto vi regalerò una o più di queste birre da 33 cl. Su ogni birra è indicato il numero del lotto di produzione e il mese di imbottigliamento: essendo un prodotto casalingo non c’è una data di scadenza, e comunque non ha senso a livello tecnico apporne una in quanto le birre NON possono scadere davvero. Una bevanda con più di 2-3 gradi di alcol non può marcire: può solo rovinarsi nel gusto col tempo o migliorare col tempo. Molte birre dopo 2-3 o più anni danno il meglio di sé, altro che scadere. Sono come il vino.

Le birre sono consegnate avvolte nel pluriball. Giusto per evitare brutti incidenti, visto che nella stessa borsa in cui tenete la bottiglia potrebbero esserci anche i libri… anzi, la borsa di tela ve la diamo noi se comprate almeno tre libri, così portate comodamente libri e birre. ^_-

In più le bottiglie saranno in sacchetti di carta marrone. Come quelli dei barboni americani! Il motivo è che la sede dell’evento proibisce di consumare o portare cibi o bevande, perché la vendita di quanto consumabile in loco è concessa al bar interno in esclusiva. Ovviamente nessuno viene picchiato se porta delle caramelle e le mangia, ma il messaggio è: non mostrate roba apertamente, non consumate apertamente roba, usate il bar.

Quindi, in accordo con organizzatori e struttura ospitante, abbiamo concordato di non mostrare bottiglie di birre nel materiale disponibile sul banchetto di Vaporteppa: le birre saranno sempre consegnate nei sacchetti, e i sacchetti non andranno aperti nella struttura (se no sono cazzi del cliente). Se facciamo così si conserva il decoro e gli organizzatori faranno finta di non vedere, un po’ come accadeva con un altro editori che l’anno scorso procedeva alla mescita del vino sotto il banco. Proprio in stile americano: chissà cosa ci sarà mai nel sacchetto marrone da cui beve quel barbone! Impossibile capirlo!

Bene, vado a terminare i preparativi per l’evento e a caricare gli scatoloni di libri in auto! Ci si vede a Stranimondi: libri strani e birre gratis, che altro volete? Ciao!

Dettagli sull'autore

Il Duca di Baionette

Il Duca di Baionette (Marco Carrara) è nato in un secolo, vive in un altro e crede di vivere in un altro ancora. Dal 2006 si occupa in modo costante di narrativa fantastica e tecniche di scrittura. Dal 2008 si occupa di editoria digitale sul suo blog Baionette Librarie, di cui si è autonominato Duca. Nel gennaio 2012 ha avviato AgenziaDuca.it per trovare bravi autori e aiutarli a migliorare con corsi di scrittura mirati. Gli stessi corsi forniti gratuitamente agli autori di Vaporteppa.

Nel gennaio 2013 ha ideato il progetto editoriale divenuto Vaporteppa nell’ottobre successivo, con la decisione di Antonio Tombolini, A.D. di StreetLib, di adottare la collana. Ora è Duca sia di Baionette che di Vaporteppa, un po' come Macbeth che ottiene una seconda baronia all'inizio della sua vicenda.
Nel gennaio 2017 ha avviato un canale YouTube.

Adora i conigli, gli scafandri da palombaro, i trattori e le fatine. Talvolta parla di sé in terza persona, come Silvio Berlusconi, i dittatori e i pazzi. Ops, l’ha appena fatto!

Permalink link a questo articolo: http://www.steamfantasy.it/blog/2017/10/12/ci-vediamo-a-stranimondi-per-una-birra-offro-io/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *